Sedurre con il profumo.

Ogni giorno i recettori del nostro naso legano microscopiche molecole aromatiche che vengono rielaborate dal cervello tramite segnali nervosi rilasciando sensazioni positive o negative legate ad un certo odore.

Dal punto di vista anatomico il sistema olfattivo è tra i più semplici dell’uomo e l’elaborazione degli stimoli odorifere avviene in una delle parti più primordiali del cervello, oltre ad essere collegato con le regioni che elaborano le emozioni (per approfondire https://www.focus.it/scienza/salute/le-meraviglie-dellolfatto).

È capitato a tutti di sentirsi pervasi da sensazioni stimolanti o dai ricordi quando si annusa un profumo particolare e ipnotico. Sembra impossibile smettere di sentirlo, questo perché nonostante l’olfatto sia un senso molto antico è quello più immediato con cui gli animali percepiscono il pericolo o stimoli sessuali.

Le molecole profumate dei fiori invitano gli insetti a impollinarle, i feromoni animali sono in grado di attirare sessualmente l’altro sesso e anche nell’uomo il profumo ha un ruolo importante nel gioco dei sensi.

I profumi, con la complessità strutturale delle note olfattive sono in grado di lasciare il segno nella memoria, di inebriare completamente la persona.

Alcune fragranze hanno un riconosciuto potere erotico proprio perché richiamano alla mente emozioni legate alla sessualità. È il caso del profumo di cannella che evoca sensazioni bivalenti e per questo seducenti e afrodisiache.

Per una notte intrigante che lasci il segno è possibile giocare con profumi evocativi dall’alto grado di sensualità. Esistono in commercio diverse creme profumate per le parti intime, dalle note ipnotiche e intriganti per un’esperienza che stimola tutti i sensi (un esempio è Crisalide che unisce sapientemente note olfattive intense e seducenti che durano a lungo https://www.duracosmetics.com/).

Il profumo è un’esperienza sensoriale avvolgente e complessa proprio come il cibo. La sensualità di una donna e l’energia erotica di un uomo si percepiscono dalla scelta del profumo, che diventa unico su ogni corpo perché il normale pH della pelle, la vascolarizzazione e l’odore proprio di ognuno personalizzano un profumo, che sarà diverso da pelle a pelle.

Così come odori sgradevoli ci allontanano e ci innescano sensazioni negative, allo steso modo profumi delicati, intensi, dolci o avvolgenti ci lasciano sognare e immergere pienamente nell’atmosfera.

La scienza del profumo è complessa e spesso ha tratti artistici. Ad oggi i profumieri riconosciuti in tutto il mondo sono solo 900 in grado di elaborare fragranze iconiche dosando sapientemente le note olfattive.

Le molecole aromatiche sono volatili ma la base oleosa permette la persistenza sulla pelle. L’arte profumiera ha origini antiche. I popoli mediterranei e asiatici hanno dato un importante impulso a questo settore.

Le donne arabe, egiziane, romane e greche adoperavano unguenti arricchiti di sostanze profumate come incenso, la pregiata ambra grigia e fiori per le loro notti.

Nel cinquecento Firenze e Venezia divennero città all’avanguardia in quest’arte dando i natali a molti famosi profumieri.

Ai più è noto il potere evocativo e sensuale dei profumi. Forse pochi hanno pensato di provare una nuova esperienza sessuale giocando un po’ con i profumi in camera da letto. Può essere una buona idea per superare la routine e provare un’esperienza erotica che accende tutti i sensi.